Liturgia

 

La parola “liturgia” significa originariamente «servizio da parte del popolo e in favore del popolo». Nella tradizione cristiana vuole significare che il Popolo di Dio partecipa all’«opera di Dio» (CCC, 1069).
Se tuttavia nella liturgia non emergesse la figura di Cristo, che è il suo principio ed è realmente presente per renderla valida, non avremmo più la liturgia cristiana, completamente dipendente dal Signore e sostenuta dalla sua presenza.
E «dall’altra parte, l’azione liturgica non può mai essere considerata genericamente, a prescindere dal mistero della fede. La sorgente della nostra fede e della liturgia eucaristica, infatti, è il medesimo evento: il dono che Cristo ha fatto di se stesso nel Mistero pasquale» (Benedetto XVI, Sacramentum Caritatis, 34).
 

In ottemperanza con il Protocollo concordato tra la CEI ed il governo italiano del 7 maggio 2020, le celebrazioni comunitarie potranno riprendere a partire dal 18 maggio, pur nelle limitazioni che ancora questo tempo di emergenza epidemiologica richiede e nelle precauzioni da osservare con cura.

Le necessarie misure di sicurezza sono indicate qui di seguito, nel manifesto predisposto dalla Diocesi di Torino:
B

 

Siamo lieti di comunicare a tutti i fedeli della Parrocchia Gesù Redentore la prudente ripresa delle celebrazioni festive e feriali.

Siamo grati al Signore ed alle autorità di aver permesso questa ripresa, ma raccomandiamo a tutti di assumersi la responsabilità di mantenere le norme vigenti in materia di prevenzione rischi dell’epidemia,  al fine di dare sicurezza agli altri e poterla avere, di rimando,  per sé.

Tutti coloro che non sono in condizione di poter partecipare, sono pregati anche di non accedere alla Chiesa.

Don Alberto e il Consiglio Pastorale Parrocchiale

La capacità massima della Chiesa è 150

La capacità massima della Cappella è 20

IMG-20200301-WA0001

 

Condividi su:   Facebook Twitter Google