ACN Aiuto alla Chiesa che Soffre

Pubblicato giorno 11 luglio 2019 - In home page, News

Brand-ACS-OKAnche quest’anno le Parrocchie dell’Unità Pastorale Pentecoste, Ascensione, SS. Nome di Maria e Redentore stanno ospitando sacerdoti che fanno parte dell’Associazione ACS “Aiuto alla Chiesa che Soffre”, fondazione di diritto pontificio nata nel 1947 per sostenere la Chiesa in tutto il mondo, con particolare attenzione laddove è perseguitata.

Don Josep e Don Michel si sono affiancati ai parroci nel servizio pastorale e hanno avuto modo di incontrare le nostre comunità per far conoscere l’Associazione e i suoi scopi: fondata nel secondo dopoguerra dal monaco olandese Padre Werenfried van Straaten, per aiutare gli sfollati tedeschi in fuga dall’Europa Orientale dopo la ridefinizione dei confini della Germania, in pochi anni  ha raggiunto, con il suo sostegno, rapidamente anche l’America Latina, l’Asia e l’Africa.

Progetti coacs-banner-grazieme «preti con lo zaino» per aiutare i sacerdoti che assistono spiritualmente gli sfollati; la campagna «veicoli per Dio» per fornire ai sacerdoti motociclette o vetture e permettere loro di raggiungere il maggior numero di profughi o ancora «cappelle volanti» chiese su ruote con tanto di altare al suo interno, che possono raggiungere i fedeli anche nelle aree più remote; l’opera di denuncia della persecuzione religiosa attraverso un nuovo e potente strumento, la pubblicazione  “Rapporto sulla Libertà religiosa nel mondo” sono solo alcune delle attività svolte da ACS, che nel 2011 viene “premiata” da Benedetto XVI con l’elevazione a fondazione pontificia 

Grazie alle donazioni effettuate dai 368 mila benefattori, ACS realizza oltre 5.300 progetti umanitari e pastorali l’anno, in 148 paesi nel mondo. Guarda i progetti in corso

Per maggiori informazioni sull’associazione, visita il sito

Leggi l’articolo che la rivista Panorama del 03/07/2019 ha dedicato al Rapporto 2018 dell’associazione

Condividi su:   Facebook Twitter Google

Lascia un commento

  • (will not be published)